Navigatori satellitari Gps, come si sono evoluti

Basta cartine e mappe cartacee con la navigazione Gps (Global Positioning System, letteralmente sistema di posizionamento globale). Grazie a questo sistema tecnologico progettato in Usa ad uso militare negli anni Settanta la geolocalizzazione è un gioco da ragazzi. Ma come funziona questo capolavoro di tecnologia? Si pensi che il sistema Gps può contare su una rete di 24 satelliti collocati a più di 20 mila chilometri dalla crosta terrestre che compiono due orbite nell’arco di un giorno siderale, a cui se ne aggiungono altri 7 per complessivi 31. In media un ricevitore Gps capta il segnale di circa 5 satelliti alla volta tra i presenti nel suo emisfero, scartando i più bassi e indica il dato relativo alla localizzazione dell’utente calcolato in base a una complessa trilaterazione in grado di stabilire la corretta posizione del soggetto.

Ogni volta che si

Pubblicato il