Cancelletti di sicurezza, come proteggono i bambini dalle insidie dell’ambiente domestico

Se avete un bambino in casa sapete bene che la priorità è la sua sicurezza. Chiedetevi se avete fatto tutto il possibile per garantire l’incolumità di vostro figlio. Siete davvero sicuri che vive in un ambiente protetto? Per un bimbo alle prese con i primi passi alla scoperta del mondo che lo circonda, la casa può essere un nido di insidie. Come proteggerlo? Cosa avete fatto per rendere l’ambiente domestico più sicuro? Tutti interrogativi da porsi se si ha a che fare con un bambino ai primi mesi o anni di vita. L’arrivo di un bebè, infatti, deve coincidere con una serie di interventi volti a ‘blindare’ la casa con sistemi di protezione che mettano il bambino nelle condizioni di non farsi male, magari cadendo dalle scale, da un balcone o bruciandosi ai fornelli accesi o al fuoco del camino.

Quali sono le migliori misure di sicurezza da adottare quando il bimbo comincia a gattonare e a muoversi per casa? Non si può avere il dono dell’ubiquità standogli sempre addosso, quindi come si fa per impedire eventuali incidenti domestici a cui il bambino è maggiormente esposto? Accertarsi, prima di tutto, che non siano alla sua portata oggetti appuntiti o taglienti, tantomeno forni, camini e fornelli accesi o rampe di scale aperte da cui potrebbe precipitare. Come fare, quindi, a tenerlo lontano da questi pericoli che per lui, ignaro del pericolo, potrebbero addirittura rappresentare delle attrazioni? La soluzione è il cancelletto di protezione, la cui installazione impedisce, di fatto, l’accesso del bimbo nelle zone a rischio.

Grazie a questi tipi di cancelletti, ormai facilmente reperibili ovunque o, volendo, commissionabili su misura a un artigiano del legno o del ferro, si sarà in grado di impedire l’accesso ad aree pericolose anche al più vispo dei bebè, in quanto questi dispositivi sono dotati di sistemi di chiusura testati e a prova di baby scassinatori. A seconda della conformazione della casa, ci sono aree o stanze dove si vuole interdire l’entrata al bambino, in questi casi esistono differenti tipi di cancelletti per bambini, anche a forma di box estesi in zone più ampie che vengono, in un certo senso, delimitate da recinti che ne impediscono l’accesso anche ai bimbi più intraprendenti.