Cuscini per la cervicale, come dormire nel miglior modo

0 Comments


Un cuscino per la cervicale è un rimedio per tantissimi problemi, se vogliamo acquistarne uno non si tratta di fare una scelta di gusto o estetica, ma soprattutto sarà una scelta in base al problema che abbiamo o alla nostra comodità personale.

In effetti prima di fare una qualsiasi scelta di cuscini per la cervicale, bisogna sapere come funzionano ma anche i materiali con cui sono fabbricati, come sono fatti e le diverse forme ergonomiche che presentano. Trattandosi fondamentalmente anche di un presidio medico, è sempre consigliato prima di scegliere, farsi comunque indirizzare anche dal proprio medico di fiducia per la scelta più idonea al proprio problema. Attraverso una sua diagnosi si può infatti capire con più facilità la forma di cuscino che ci possa aiutare di più.

In commercio ci sono diverse tipologie di cuscino per la cervicale, ma tutti i vari cuscini si differenziano in base soprattutto al tipo di materiale di cui sono fatti. Principalmente avremo due grandi categorie di cuscini, che sono costruiti con due materiali essenzialmente diversi. Troviamo alcuni modelli fatti in lattice mentre altri presentano una schiuma memory foam. Potete scoprire tutti i materiali dei cuscini e gli usi seguendo questo link sulle domande frequenti.

Il lattice è un tipo di materiale naturale, per fare i cuscini viene lavorato con cura fino ad ottenere una schiuma. Questa schiuma particolare è anallergica, quindi ben si presta ad essere utilizzata anche da chi ha problemi con diverse allergie di vario tipo. Si tratta inoltre di cuscini molto traspiranti, una caratteristica importantissima spesso nei mesi più caldi estivi. La loro struttura in lattice li rende inoltre elastici e flessibili, e quando ci si appoggia la testa si possono adattare alla perfezione alla forma della cervicale. Ci consentono di avere un sonno ideale, e al tempo stesso di non stressare le vertebre che sono molto delicate.

Il secondo materiale citato è il memory foam. Anche in questo caso si tratta di un tipo di schiuma, ma davvero molto più flessibile del lattice e che risulta ottima per chi soffre di cervicalgia. Questa schiuma consente la pressione omogenea e molto uniforme sotto la testa quando siamo distesi. Il collo quindi resta sorretto ma allo stesso tempo allevia tutti i dolori dati dalle infiammazioni alla cervicale.