Sono una presenza diffusa nelle case: le macchine per il sottovuoto alleate della conservazione e del risparmio

Scegliere una macchina per fare il sottovuoto, non è sempre facile vista la varietà dei modelli e le tipologie diverse presenti sul mercato. Informarsi quindi è strategico, ed è utile per effettuare un acquisto ragionato. 

Uno dei primi elementi da considerare è la qualità della macchina da acquistare. Orientatevi verso marche possibilmente già conosciute e quindi affidabili per materiali e per risultati.
E’ sempre meglio spendere poco di più del modello più economico ma essere certi che abbiamo a disposizione una macchina adatta alle nostre esigenze e sia duratura. Non trascurate la potenza e la velocità di aspirazione dell’aria e le funzionalità dell’apparecchio: alcune di queste macchine fanno il vuoto e sigillano manualmente o automaticamente per conservare meglio diversi tipi di prodotto.
Non trascurate poi gli accessori che non sono secondari e che comprendono buste, rotoli e contenitori per realizzare il sottovuoto. Ricordate che per conservare i cibi negli appositi contenitori, la macchina deve essere dotata del tubicino che la collega ai contenitori. Alcune macchine possiedono una taglierina per dimensionare i sacchetti.

Queste macchine consentono quindi la conservazione dei cibi per un più lungo periodo rispetto agli abituali metodi e tempi di conservazione come la surgelazione. Il mercato rende infatti oggi disponibili moltissimi modelli diversi e con un prezzo e una capacità di prestazione molto ampia.
Se guardiamo ai modelli e li confrontiamo vediamo che ci sono modelli con un design moderno e accattivante, estetici da tenere fermi sul banco della cucina.

Le sigillatrici casalinghe sono caratterizzate da forma allungata, piccola e compatta e sono dotate di una barra saldatrice e sono di peso non eccessivo. Anche i materiali possono variare con macchine per sottovuoto completamente in plastica e quelle interamente in acciaio inox. E’ naturale che queste ultime abbiano costi più alti ma sono quelle che danno le maggiori garanzie di durata e funzionalità.
I costi variano da 30 a 250 euro